Il ruolo di CTP spiegato da un … pizzaiolo (l’importanza della formazione)

By | Agosto 8, 2016

ruolo di CTPIeri sera parlavo con un amico collega dell’importanza del ruolo di CTP.

Soprattutto del fatto che un buon CTP può ribaltare l’esito di un procedimento giudiziario.

E del fatto che è una professione che può portare buone soddisfazioni economiche, oltre che accrescere il proprio prestigio personale.

Eravamo d’accordo quasi su tutto.

Era molto strano, perché di solito le nostre discussioni sono infinite 😀

Ed infatti, dopo un po’ di tempo, l’argomento sul quale non essere d’accordo è arrivato. 🙄

In particolare, non eravamo d’accordo sull’importanza di una formazione specifica per svolgere il ruolo di CTP.

Il mio amico sosteneva che non era molto importante la formazione specifica per il ruolo di CTP.

Chiunque sia diplomato/ laureato può fare il CTP: a che serve formarsi specificatamente per questo ruolo?” diceva.

Io, invece, sostenevo il contrario.

Poiché era una di quelle discussioni dalle quali non se ne esce, l’abbiamo terminata così, restando ognuno nella sua posizione.

Fatto sta che si era fatto tardi ed abbiamo deciso di andare a mangiucchiare qualcosa.

Ed è successo qualcosa che ha risolto la nostra disputa sulla formazione specifica per CTP…

Scarica GRATIS il Dizionario del Consulente Tecnico Giudiziario

Ricevi anche un BONUS: un file editabile per il calcolo compensi CTU.

CLICCA QUI (o sull’immagine del dizionario) per scaricarli.

 

 

Per la scelta del posto in cui andare a mangiare, mi sono affidato a lui.

Ha guidato fino in periferia e poi si è intrufolato in alcune strade sterrate e piene di buche.

Ero molto scettico…”sicuro che qui si mangerà bene?”, gli ho chiesto.

Sta tranquillo”, la sua riposta.

Appena siamo arrivati ho visto un bel po’ di gente.

Molta più di quanto mi aspettassi, per un posto del genere, in aperta campagna e con accesso quasi impraticabile.

Entrato nel locale, ho subito notato che la parete davanti al forno era stracolma di diplomi del pizzaiolo, titolare della pizzeria.

E ci ho scambiato qualche chiacchiera mentre preparava le pizze.

Mi ha detto che, in realtà, c’era poca gente e che era abituato a ben altro.

Poi, con molta sicurezza e naturalezza, mi ha detto “ Se uno è preparato per il lavoro che fa, è normale che sia ricercato”.

In quel momento, mi sono rivolto al mio amico, con aria trionfante, e gli ho detto “Visto? Avevo ragione io” 🙂

E gli ho spiegato che non basta un locale ed un forno per fare un pizzeria, nemmeno se il locale è ubicato in una bella piazza, in una strada molto movimentata, ecc.

Mentre, se sei preparato e ti formi in continuazione, puoi anche stare in aperta campagna: la gente verrà, comunque, da te a mangiare la pizza.

Questa può essere un’ottima lezione:

  • per chi crede di improvvisarsi nel ruolo di pizzaiolo;
  • per chi crede di improvvisarsi nel ruolo di CTP.

Non basta un buon locale ed un forno per fare un buon pizzaiolo.

Allo stesso modo, non basta una laurea (o un diploma) per eccellere nel ruolo di CTP;

soprattutto se vuoi che il flusso di clienti continui ed aumenti nel tempo.

Ci vuole anche preparazione specifica nel ruolo di CTP, ci vuole autorevolezza, ci vuole capacità di scrivere in un certo modo per non passare inosservati.

Tutte cose che trovi spiegate, passo- passo nella mia Guida PeritoInForma TM

….e che sia un’ottima consulenza.

Michele Dimonte

PeritoInForma TM La Guida Pratica per Consulenti Tecnici Giudiziari

POTRESTI ESSERE INTERESSATO ANCHE A:

Osservazioni alla CTU (cosa sono e come proporle quando sei il CTP)

One thought on “Il ruolo di CTP spiegato da un … pizzaiolo (l’importanza della formazione)

  1. Pierluigi

    Condivido pienamente, anche se ultimamente svolgo il ctp su campi non inerenti il campo dei miei studi originali, ma in tutti i casi faccio comunque formazione specifica.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *